SPORTELLO ONLINE

Come aumentare la potenza disponibile (kW) presso la propria utenza

15 settembre, 2017

La settimana scorsa abbiamo parlato di un tema molto importante: cosa accade quando si supera la disponibilità di potenza elettrica (articolo visibile QUI).

Abbiamo visto che il supero di potenza è certamente un evento che va evitato, anche se non determina automaticamente delle penali in bolletta.

Molti clienti ci hanno però contattato per capire meglio come fare per adeguare la propria disponibilità di potenza e quanto costa.

Computer, server, alimentatori di ogni tipo, luce. Anche in un ufficio o in un esercizio commerciale, di qualunque dimensione, l’energia può non bastare mai. In particolare per le utenze dotate di limitatore di potenza. In quei casi infatti si può correre il rischio di perdere un’ora di lavoro per un semplice cellulare in più attaccato a una ciabatta!

Per evitare di correre rischi inutili, la soluzione c’è ed è semplicissima: basta richiedere un aumento di potenza aumentando i kilowatt del proprio contatore.

Con Benaco Energia la procedura è semplice: basta comunicare attraverso la compilazione di un semplice modulo (che trovate QUI) i vostri dati e le vostre necessità. I nostri uffici provvederanno ad inoltrare la richiesta al distributore locale competente per zona. Questi vi fornirà riscontro in merito a costi e tempi dell’attività. L’aumento di potenza, nei tempi stabiliti dal distributore locale in base all’entità della variazione richiesta, verrà eseguito successivamente .

In generale, il distributore locale è tenuto a garantire una disponibilità di potenza fino a 100 kW per le utenze servite in Bassa Tensione. Oltre tale soglia il distributore locale può richiedere al cliente il passaggio ad una fornitura in Media Tensione, obbligandolo alla realizzazione di una cabina di trasformazione.

Il costo dell’adeguamento di potenza non è a discrezione del distributore locale, ma è stabilito annualmente dall’Autorità di Regolazione per Energia Rifiuti e Ambiente.

Per l’anno 2017, l’adeguamento di potenza prevede un costo una tantum per ciascun kW aggiuntivo. Per le utenze servite in Bassa Tensione il costo è di 69,57 Euro/kW. Per le utenze servite in Media Tensione è di 55,38 Euro/KW. A questo costo una tantum, che va a integrare il corrispettivo per l’allaccio versato all’atto di posa del contatore, si aggiungono i costi amministrativi (sempre una tantum) ad appannaggio del distributore locale e del venditore per complessivi Euro  49,48.

Se hai bisogno di ulteriori chiarimenti o approfondimenti specifici, contatta i nostri consulenti commerciali ai consueti recapiti:

Tel. 0365.42971 – Email benaco@benacoenergia.it

Il nostro Servizio Consumatori

DEDICATO A TE

Qui trovi tutte le risposte alle tue domande ed esigenze.
Per qualsiasi dubbio chiamaci allo 0365.42971

Documenti amministrativi

Vai

Richieste tecniche

Vai

Servizio guasti

Vai

Domande Frequenti

Vai

Fissa un appuntamento

Vai

Iscriviti alla nostra
Newsletter

Bastano due semplici passaggi per essere sempre aggiornato sulle nostre offerte e sulle regolamentazioni del mercato energetico.

Tutte le vostre comunicazioni saranno trattate nel pieno rispetto della privacy e della normativa vigente ai sensi della legge 196/2003. *Campo obbligatorio